Torna a Eventi FPA

Gli eventi in programma

Torna alla home

  da 11:00 a 13:00

La PA italiana e la sfida dell’automazione: metodologie e strumenti per una pubblica amministrazione veloce, efficiente e resiliente [ Digital_Talk_Appian ]

Presentazione dell’indagine FPA in esclusiva per Appian “Automazione dei processi e sviluppo applicativo: opportunità e prospettive per la PA” 

Le strategie di digitalizzazione della PA non possono prescindere da un ripensamento a monte dei processi degli enti pubblici. Velocità di attuazione e capacità di risposta alle esigenze degli utenti e ai cambiamenti dell’ambiente esterno sono infatti elementi cruciali per garantire la corretta attuazione degli interventi previsti a livello centrale per l’innovazione della pubblica amministrazione, comprese le diverse azioni individuate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) in tema di PA digitale.

In questo senso, l’automazione dei workflow e lo sviluppo applicativo improntato alle più moderne metodologie – come, ad esempio, il low code - rappresentano fattori chiave per garantire il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di digitalizzazione richiesti alle amministrazioni di ogni ordine e grado.

Ma in che misura l’automazione dei processi, sia interni sia rivolti a cittadini e imprese, rappresenta oggi una priorità nelle strategie di digitalizzazione della PA italiana? Qual è lo stato dell’arte in termini di conoscenza e adozione da parte degli enti pubblici dei principali strumenti e delle metodologie più avanzate di sviluppo applicativo per l’automazione? Quali sono i principali ostacoli incontrati nello sviluppo di nuove applicazioni, e quali le leve su cui agire per migliorare le performance delle pubbliche amministrazioni a tutti i livelli?

A queste ed altre domande proveremo a dare risposta in questo digital talk, che prenderà spunto dalla presentazione dell’indagine “Automazione dei processi e sviluppo applicativo: opportunità e prospettive per la PA”, realizzata da FPA in esclusiva per Appian e che ha coinvolto 80 tra le principali amministrazioni centrali e locali del panorama italiano. Partendo dai dati emersi dall’indagine approfondiremo le sfide e le opportunità legate all’adozione di approccio allo sviluppo improntato al miglioramento dei workflow interni all’organizzazione, attraverso il confronto con i protagonisti dell’innovazione di alcune tra le principali organizzazioni pubbliche del nostro paese.


In collaborazione con

Programma dei lavori

Introduce e Modera

Bove
Eleonora Bove Senior Content Manager - FPA

Presentazione dell'indagine

Automazione dei processi e sviluppo applicativo: opportunità e prospettive per la PA

Baldassarre
Andrea Ivan Baldassarre Responsabile Content - FPA

Intervengono

Speranza
Silvia Speranza Regional VP Italia Centro-Sud - Appian Biografia

In Appian dal 2018 guida oggi il business della regione centralizzata principalmente su Roma, nel ruolo di Regional Vice President per il Centro-Sud Italia.

Vanta una lunga esperienza nel mondo ICT, prima nella system integration e poi nella gestione del business italiano per fornitori software in ambito ECM e BPM.

Ha conseguito la laurea magistrale cum laude in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli Studi dell'Aquila e ha iniziato la sua carriera professionale nel 2004 in Accenture, dove ha partecipato a progetti di transformation nell'area Operations per aziende italiane e straniere, principalmente del settore delle Telecomunicazioni. Successivamente ha gestito il mercato italiano per Alfresco (oggi Hyland) con un focus importante sul mercato della pubblica amministrazione Locale e Centrale.

Chiudi

Croce
Costantino Croce Director Solutions Consulting Sud Europa - Appian Biografia

Costantino Croce ricopre il ruolo di Director del team di Solutions Consulting per la regione Sud Europa (Italia, Francia, Spagna e Portogallo) di Appian, software company leader nel settore dello sviluppo applicativo Low-Code e della Process Automation.

Ha iniziato la sua carriera in Accenture, come consulente in ambito cyber security, lavorando per i più grandi istituti bancari ed assicurativi nazionali ed internazionali e conseguendo anche la certificazione di “Application Developer” del MIT (Massachusetts Institute of Technology). Successivamente ha ricoperto il ruolo di Solutions Consultant in Alfresco, dove ha contribuito all’affermazione dell’azienda sul territorio italiano, prima di raggiungere Appian nel 2016.

Costantino è appassionato di bartending e il suo motto è “Fai quello che ami e non lavorerai un giorno nella tua vita”.

Chiudi

Castellani
Laura Castellani Direttore Organizzazione e Digital Transformation - Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Biografia
Ha conseguito la laurea in Ingegneria Elettronica all’Università di Firenze nel 1992. Ha conseguito il Master: “EMMER Management per l'Ente Regione” presso la “SDA Bocconi” nel 2008. 
Dirigente responsabile del “Settore Infrastrutture e Tecnologie per lo sviluppo della Società dell’Informazione” di Regione Toscana dal 2004 al 2019. In questo incarico ha gestito le politiche riguardanti lo sviluppo dell’innovazione tecnologica e della Società dell’Informazione e della Conoscenza su tutto il territorio toscano identificata attualmente nell’Agenda Digitale (Italiana ed Europea) curandone sia la parte organizzativa e di governance territoriale (“Comunità RTRT” Rete Telematica Regionale Toscana), sia il presidio, la gestione e lo sviluppo delle infrastrutture e delle piattaforme ICT. Ha realizzato il Data Center Regionale sviluppato in ottica Cloud, denominato TIX, di cui ha gestito tutte le fasi dalla progettazione, alla realizzazione e alla diffusione sul territorio dei servizi erogati. Ha curato la progettazione, il coordinamento e il controllo della diffusione sul territorio regionale delle infrastrutture in banda larga per la P.A., per cittadini e imprese. 
Dal 10 giugno 2020 Direttore della Direzione Centrale Organizzazione e Digital Transformation presso l’Agenzia Dogane e Monopoli. Qui cura la revisione dei processi organizzativi dell’Agenzia in ottica di transizione al digitale (è anche Responsabile per la Transizione al Digitale) e la digitalizzazione delle procedure nei diversi ambiti gestiti dall’Agenzia. 
 

 

Chiudi

Fedeli
Massimo Fedeli Direttore centrale per le tecnologie informatiche - Istat Biografia

Laurea in Matematica all’Università di Roma Tor Vergata e Master IT Governance and Management presso la LUISS. È attualmente Direttore Centrale per le tecnologie informatiche presso l’Istat. È stato responsabile dell’Ufficio preposto allo sviluppo del sistema informativo del Dipartimento del Tesoro – MEF e della Ragioneria dello stato – Presso Consip, nonché dell’Ufficio preposto allo sviluppo degli strumenti a supporto del ciclo produttivo, presso SOGEI. È stato consulente senior nell'area 'pianificazione e consulenza strategica' per la Tecsiel, per conto della quale ha svolto progetti presso molte grandi Pubbliche Amministrazioni e Banche.

Chiudi

Nobile
Mario Nobile Direttore Generale per i Sistemi Informativi e Statistici - Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Biografia

Mario Nobile è laureato in Ingegneria Civile e ha un Dottorato di ricerca in Ingegneria dei Trasporti. La sua carriera nel settore della pubblica amministrazione lo ha portato a ricoprire diversi ruoli dirigenziali nell’ambito progettazione e pianificazione territoriale e dei servizi informatici, inclusi programmi di sviluppo della banda larga nel territorio. 

Nel 2010 è entrato a far parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dove si è occupato inizialmente di programmi di riqualificazione urbana e politiche abitative, per poi passare alla gestione e manutenzione dei beni immobili delle sedi centrali, delle tecnologie (anche informatiche) di supporto e della razionalizzazione logistica. Parallelamente agli incarichi nella pubblica amministrazione, ha avuto anche ruoli accademici: dal 2001 al 2011 è stato Docente a contratto presso la Facoltà di Architettura dell’Alma Mater - Università degli Studi di Bologna ed ha all’attivo numerose pubblicazioni. Dal 2015, nel corrente incarico, ha coordinato il lancio del nuovo portale web del Ministero ed il portale Opencantieri, best practice internazionale sull’apertura dei dati relativi alle opere pubbliche di interesse nazionale.

Chiudi

Tomasini
Stefano Tomasini Direttore Centrale Organizzazione Digitale - INAIL Biografia

Direttore Centrale della Direzione Centrale per l’Organizzazione Digitale (DCOD).

È responsabile del governo unitario del percorso di analisi e innovazione organizzativa che, partendo dalla rilevazione dei bisogni dell’utenza, esterna e interna, sviluppa la progettazione del modello di servizio dell’Istituto. Definisce il modello organizzativo e ne cura la manutenzione. É altresì responsabile del sistema informatico e di telecomunicazione aziendale, dei rapporti telematici e dell’evoluzione degli strumenti tecnologici per la reingegnerizzazione dei processi produttivi.

Garantisce l’integrazione del sistema informativo con gli altri sistemi della Pubblica Amministrazione.

Chiudi

Torna alla home