Torna a Eventi FPA

Speakers

Laura Castellani

Castellani
Ha conseguito la laurea in Ingegneria Elettronica all’Università di Firenze nel 1992. Ha conseguito il Master: “EMMER Management per l'Ente Regione” presso la “SDA Bocconi” nel 2008. 
Dirigente responsabile del “Settore Infrastrutture e Tecnologie per lo sviluppo della Società dell’Informazione” di Regione Toscana dal 2004 al 2019. In questo incarico ha gestito le politiche riguardanti lo sviluppo dell’innovazione tecnologica e della Società dell’Informazione e della Conoscenza su tutto il territorio toscano identificata attualmente nell’Agenda Digitale (Italiana ed Europea) curandone sia la parte organizzativa e di governance territoriale (“Comunità RTRT” Rete Telematica Regionale Toscana), sia il presidio, la gestione e lo sviluppo delle infrastrutture e delle piattaforme ICT. Ha realizzato il Data Center Regionale sviluppato in ottica Cloud, denominato TIX, di cui ha gestito tutte le fasi dalla progettazione, alla realizzazione e alla diffusione sul territorio dei servizi erogati. Ha curato la progettazione, il coordinamento e il controllo della diffusione sul territorio regionale delle infrastrutture in banda larga per la P.A., per cittadini e imprese. 
Dal 10 giugno 2020 Direttore della Direzione Centrale Organizzazione e Digital Transformation presso l’Agenzia Dogane e Monopoli. Qui cura la revisione dei processi organizzativi dell’Agenzia in ottica di transizione al digitale (è anche Responsabile per la Transizione al Digitale) e la digitalizzazione delle procedure nei diversi ambiti gestiti dall’Agenzia. 
 

 

Questo relatore nel programma congressuale

giovedì, 3 Marzo 2022

11:00
13:00

La PA italiana e la sfida dell’automazione: metodologie e strumenti per una pubblica amministrazione veloce, efficiente e resiliente[Digital_Talk_Appian]

Presentazione dell’indagine FPA in esclusiva per Appian “Automazione dei processi e sviluppo applicativo: opportunità e prospettive per la PA” 

Le strategie di digitalizzazione della PA non possono prescindere da un ripensamento a monte dei processi degli enti pubblici. Velocità di attuazione e capacità di risposta alle esigenze degli utenti e ai cambiamenti dell’ambiente esterno sono infatti elementi cruciali per garantire la corretta attuazione degli interventi previsti a livello centrale per l’innovazione della pubblica amministrazione, comprese le diverse azioni individuate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) in tema di PA digitale.

In questo senso, l’automazione dei workflow e lo sviluppo applicativo improntato alle più moderne metodologie – come, ad esempio, il low code - rappresentano fattori chiave per garantire il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di digitalizzazione richiesti alle amministrazioni di ogni ordine e grado.

Ma in che misura l’automazione dei processi, sia interni sia rivolti a cittadini e imprese, rappresenta oggi una priorità nelle strategie di digitalizzazione della PA italiana? Qual è lo stato dell’arte in termini di conoscenza e adozione da parte degli enti pubblici dei principali strumenti e delle metodologie più avanzate di sviluppo applicativo per l’automazione? Quali sono i principali ostacoli incontrati nello sviluppo di nuove applicazioni, e quali le leve su cui agire per migliorare le performance delle pubbliche amministrazioni a tutti i livelli?

A queste ed altre domande proveremo a dare risposta in questo digital talk, che prenderà spunto dalla presentazione dell’indagine “Automazione dei processi e sviluppo applicativo: opportunità e prospettive per la PA”, realizzata da FPA in esclusiva per Appian e che ha coinvolto 80 tra le principali amministrazioni centrali e locali del panorama italiano. Partendo dai dati emersi dall’indagine approfondiremo le sfide e le opportunità legate all’adozione di approccio allo sviluppo improntato al miglioramento dei workflow interni all’organizzazione, attraverso il confronto con i protagonisti dell’innovazione di alcune tra le principali organizzazioni pubbliche del nostro paese.

Torna all'elenco dei Relatori